domenica 18 gennaio 2009

fermo immagine

......
Seminerò le mie mani in giardino
diverrò verde, lo so, lo so,
lo so,
e le rondini deporranno le uova
nelle pieghe delle mie dita sporche d'inchiostro.

Incollerò alle mie unghie due petali di dalia,
e indosserò i due rossi orecchini
di due rosse ciliege gemelle.
E c'è una strada dove i ragazzi che mi amavano
sono ancora lì
con i loro capelli spettinati e i colli sottili e le gambe magre,
pensano ancora al sorriso innocente di quella ragazza
che una sera il vento portò via con sé.....

Forugh Farrokhzad
La strage dei fiori

6 commenti:

  1. Nella mia piccola notte peccato
    il vento ha appuntamento con le foglie degli alberi
    nella mia piccola notte c'è l'ansia di rovina

    Forugh Farrokhzad

    Ciao
    Sileno

    RispondiElimina
  2. @Sileno: evviva, Forugh risponde a Forugh!

    RispondiElimina
  3. Ciao, scusami per l'assenza ma ho seri problemi a casa. A presto.

    RispondiElimina
  4. sempre ın tema prımaverıle vedo... bella, soprattutto la prıma parte... bella

    RispondiElimina
  5. ...e adesso che "ufficialmente" la primavera è arrivata, non ci resta davvero che affondare le mani in gardino. Sembra di vederli questi ragazzi con i "capelli spettinati e i colli sottili e le gambe magre"...sembra un disegno...Un bacio :-)

    RispondiElimina

Non c'è niente di più anonimo di un Anonimo