venerdì 18 gennaio 2008

sorridiamo con Altan

7 commenti:

  1. Mettiamoci l'anima in pace con quelli dall'altra parte del tevere non si scherza, sono molto ma molto più bravi di noi; o ci mettiamo in testa di sviluppare un pensiero laico degno di essere chiamato tale, ovvero "pensiero", oppure è molto meglio tacere e lasciare spazio a chi della faccenda almeno è in grado di riderci su... poi se qualcuno si degna di approfondire quanto detto dal papa nel contestato discorso del Marzo '90 sul processo a galileo ne sarei contento.

    znort

    Filo

    RispondiElimina
  2. Ciao Filippo, tu dici "Sviluppare un pensiero laico": mi chiedo chi potremmo incaricare. Io ho letto solo stralci del discorso di Benedetto XVI, ma per me il punto non sta lì; sta in tutto quello che ha detto più recentemente sul rapporto ragione/fede e sulla morale "naturale".
    ciaomarina

    RispondiElimina
  3. chi incaricare? ma tutti quelli che come noi si sono sforzati di dare un occhiata, un poco più da vicino, alle tesi esposte di qua e di la dal tevere, cercando di capirci qualcosa prima di emettere un verdetto di appartenenza. Non siamo molti, ma siamo e questo già è qualcosa, non ci resta che continuare .

    znort

    Filo

    RispondiElimina
  4. Filo, personalmente mi sento una minoranza insignificante ed impotente. sob marina

    RispondiElimina
  5. Daniele Verzetti, Rockpoeta18 gennaio 2008 16:01

    L'avevo letta anche io trovandola azzeccatissima!

    Ciao!
    Daniele

    RispondiElimina

Non c'è niente di più anonimo di un Anonimo