venerdì 16 luglio 2010

piccole gioie

Questa è la mia produzione di pesche. Anche se molto ridotta rallegra il cuore e anche il palato: sono dolcissime.



9 commenti:

  1. Vien voglia di mangiarle al solo vederle (e in fotografia!!!!)

    Pace e benedizione

    Julo d.

    RispondiElimina
  2. Un magico terrazzo con vista Colosseo e un eccezionale pollice verde.
    Stupenda Marina!
    PS: I limoni procedono bene?

    RispondiElimina
  3. a nome delle pesche grazie!
    i limoni prosperano

    RispondiElimina
  4. Stupende e,a quanto sembra, vellutate come te.
    Cristiana

    RispondiElimina
  5. Ma sono quelle bianche ? Mi ricordo quelle da vigna piccole e bianche e spaccarelle... dolcissime...

    RispondiElimina
  6. provo un pò d'invidia: le pesche sono bellissime! Mi ricordano quelle che mangiavo io tanti anni fa. Le raccoglievo direttamente dall'albero nella campagna di mio padre

    RispondiElimina
  7. @Guglielmo: bianche e spaccarelle! ho un solo gracile pesco ma quest'anno è stato molto generoso

    RispondiElimina
  8. Bellissime! Mi ricordano quelle della mia infanzia. Erano pochi e bassi i peschi del nostro giardino, ma producevano tanti frutti. Il loro profumo riempiva la cucina.
    Da anni ormai i cari peschi sono morti di vecchiaia, e a me mancano i loro frutti di seta, il sapore mai ritrovato, il profumo dolcissimo, le crostate di marmellata di pesche, marmellata che mamma ha prodotto per anni.

    RispondiElimina

Non c'è niente di più anonimo di un Anonimo