giovedì 18 giugno 2009

voglia di incendiare tutto

Niccolò Ghedini, avvocato del presidente del Consiglio e Senatore della Repubblica, in relazione alle recenti notizie circa giovani donne retribuite per partecipare a feste date dal Presidente del Consiglio a palazzo Grazioli e a Villa Certosa (Corriere della Sera) o per essere accompagnate ad incontrare il Presidente del Consiglio stesso a Palazzo Grazioli, come racconta una ragazza in una intervista, replica così:

“ancorché fossero vere le indicazioni di questa ragazza, che vere non sono, il premier sarebbe l’utilizzatore finale e quindi mai penalmente perseguibile”.

L’uso di quella parola, “utilizzatore”, è rivoltante.
Io vorrei che fosse penalmente perseguibile chi parla così delle donne, considerandole oggetti d’uso e chiamando utilizzatore chi si intrattiene con loro.

Su tutto il resto non ho fiato per intervenire.



Dal Devoto-Oli

Utilizzare: verbo transitivo

~ Impiegare con profitto, usare, sfruttare: u. gli avanzi, gli scarti; per l’articolo ho utilizzato certi miei vecchi appunti; ho fatto dei lavori in casa utilizzando i ritagli di tempo; u. un tecnico, un esperto.
Der. di utile, sul modello del fr. utiliser | 1802

13 commenti:

  1. E che dire dell'intervista rilasciata al Corriere? Fa accapponare la pelle...http://www.corriere.it/politica/09_giugno_18/martirano_ghedini_inchiesta_bari_caef95e4-5bc6-11de-b8d9-00144f02aabc.shtml

    RispondiElimina
  2. Un essere ghignante e noioso che ha venduto l'anima pelosa.

    RispondiElimina
  3. Marina, sto incazzata, ma incazzata, ma incazzata che davvero non so dove canalizzarla tutta sta incazzatura...Ora scopro che vi sono utenti di donne...

    RispondiElimina
  4. Una masnada di filibustieri ecco cosa sono!
    Che differenza c'è tra loro e quelli che portano le ragazzine extracomunitarie a battere in strada? Nessuna anche tra loro ci sono papponi e clienti!

    RispondiElimina
  5. Cara Marina,
    stamani ho preso il mio quotidiano prima d’andar al lavoro. Ero in fila per pagarlo e… non ce l’ho fatta. La pressione m’è salita già leggiucchiando la prima pagina. Ho rimesso il giornale dov’era e ho preso, da brava pendolare, il mio trenino stracolmo di gente.
    Non è rassegnazione. È che giorno dopo giorno riescono a spegnerti, a far venir meno le tue energie. Non trovi più neppure le parole per indignarti e protestare… E ho solo 33 anni…

    RispondiElimina
  6. cara barbara, mi dispiace tantissimo il tuo avvilimento, proprio perché hai solo 33 anni; li odio perché ci portano ad allontanarci da ogni partecipazione civile.

    quanto altro schifo dovremo vedere?

    RispondiElimina
  7. cara Marina, temo che ne dovremmo vedere molto altro di schifo, se guardiamo alla storia relativamente recente del periodo fascista, ci vollero 20 anni ed una guerra disastrosa prima che qualcosa accadesse. In Spagna dove Franco si mantenne neutrale come sai la cosa durò molto più a lungo. Insomma temo che la cosa possa protrarsi molto al di la' di quello che si può realisticamente ritenere sopportabile, la gente é anestetizzata e ho l'impressione che si mobiliterà solo di fronte a qualcosa di veramente tragico che la tocchi in prima persona come una guerra che mandi al fronte buona parte dei giovani abili alle armi ...

    Che dire, come vedi il buon umore non mi manca mai ;-)

    RispondiElimina
  8. ecco, appunto...proprio questa mattina ho avuto una accesissima discussione con un tipo in edicola che a tal proposito ha detto (con aria di superiorità) "ah beh...di che vi meravigliate? Ormai mi sono abituato a questo linguaggio". Di male in peggio! Io NON VOGLIO abituarmi! Le parole sono importanti! E le loro parole sono coerenti coi fatti! furiosa e schifata!

    RispondiElimina
  9. risposta pienamente consona alla mentalità della maggioranza degli italiani.le donne devono essere serve e pruttane, se no come le utilizzi?
    spedirli tutti in omaggio ai taliban?
    sarei disposta a finanziare un volo di stato all'uopo!
    il guaio è che ogni tanto trovo delle donne che condividono e non tutte ignoranti o vecchie (quelle cresciute sotto il ffascismo , come era mia madre, hanno subito il lavaggio del cervello da piccole)!

    RispondiElimina
  10. Abominevole il "ma va là" Ghedini e non solo lui naturalmente.
    Ne ho parlato anch'io,ma non ti fai più viva!
    Cristiana

    RispondiElimina
  11. Rivoltante èla parola giusta...

    RispondiElimina
  12. Rivoltante ma evidentemente non ancora in grado di far rivoltare il popolo italiano. Rivolta!

    RispondiElimina
  13. Cara Marina quando hai terminato di dare fuoco... mettiti da parte che continuo io..

    RispondiElimina

Non c'è niente di più anonimo di un Anonimo