sabato 14 marzo 2015

guardando il mondo

....
Io non so spiegarmi l'imperturbabilità
di Dio, e non mi spiego di non udire il
suo grave lamento, il suo urlo di collera o
d'amore, e non so vederlo ché sono in cecità
ma vorrei sentirlo almeno piangere come piango io
guardando le facce indolorate,
guardando le
facce con grave malattia terrestre,
io non so invocarlo né bestemmiarlo che
è troppo nella sottrazione e troppo
astratto per i miei chili umani... 
Mariangela Gualtieri


5 commenti:

  1. Se non ragiono da essere umano, se non considero il do ut des, se guardo la bellezza dell'universo e delle sue creature posso anche pensare che Dio si sia allontanato per un tempo indefinito dopo averla affidata agli esseri più inaffidabili.

    RispondiElimina
  2. Se Dio è davvero onnipotente credo che sappia già a priori di cosa è capace il genere umano e da qui la sua impertubabilità. Abbraccio cara

    RispondiElimina
  3. Il silenzio di Dio è la cosa più terribile...

    RispondiElimina
  4. Penso che per chi crede in un dio la domanda debba essere angosciante

    RispondiElimina

Non c'è niente di più anonimo di un Anonimo