martedì 9 febbraio 2010

al tavolo del biliardo non si accettano scommesse


Previsioni meteorologiche. Previsioni psicologiche. Tra le prime, le sole affidabili sono quelle a tre giorni, dicono. Oltre si cade nella divinazione. Tra le seconde, quelle a tre ore sono già altamente sofisticate. Oltre si cade nella rarefazione dei rapporti.

Sul tavolo del biliardo le bilie si urtano ma un buon giocatore sa indirizzarle e prevederne le traiettorie, gli incontri e gli scontri.
Noi bilie umane cozziamo continuamente le une contro le altre e, non essendo fatte di resine fenoliche, ci scheggiamo continuamente.
Non dirò nulla di un ipotetico giocatore, né buono né mediocre.
Dirò solo che il nostro gioco si gioca con così tante bilie in preda a così tanti impulsi cinetici contrastanti e aggrovigliati che nessuna previsione è possibile.
La sola certezza è la buca.
Detto sorridendo.

17 commenti:

  1. "La sola certezza è la buca."
    Mi è venuto un dubbio: come si deve pronunciare 'sola'?
    Cioè sola= unica, solitaria;
    oppure sola= dialettale, fregatura?

    Perché in entrambi i casi la frase ha senso.

    ;-)

    Comunque rimango dell'idea che non siamo bilie (o biglie?). Abbiamo sempre almeno una possibilità di scelta, cosa che le sfere del biliardo non hanno.

    Pace e benedizione
    Julo d.

    RispondiElimina
  2. @Julo: scegli tu tra sòla e sola! quanto a bilie, anche io preferisco biglie, ma sulla settimana enigmistica le chiamano bilie e ho voluto provare l'ebbrezza di usare questa variante!

    RispondiElimina
  3. Come sempre una straordinaria Marina trova dei nuovi argomenti che fanno pensare... e poi un pizzico d'invidia: Ma perché non ci ho pensato pure io a questa cosa?

    RispondiElimina
  4. certo che se a manovrare la stecca c'è Paul!!!!

    per rotolare, io rotolo ma non sempre finisco in buca, non ho ancora capito se sia una fortuna o meno

    RispondiElimina
  5. Sei, semplicemente sei...punto.:)

    RispondiElimina
  6. Ok. Ti seguo.
    Noi siamo biglie, ma biglie pensanti. Quindi quando riceviamo i colpi dal Grande Steccatore possiamo essere coscienti del percorso che stiamo facendo e possiamo sforzarci di modificarlo un po' oppure di frenare, però evitiamo di cadere nel patetico volendo a tutti i costi percorrere traiettorie impossibili.
    Giorgio

    RispondiElimina
  7. magari la certezza fosse la buca! mi piace fare centro.
    ciao simona

    RispondiElimina
  8. Bilie?!?

    Jacqueline

    RispondiElimina
  9. Non è la certezza che più certa non si può. Quando ero più anziano e giocavo a bigliardo - è il biliardo del vegliardo, che usa sempre le biglie, mai le bilie - soprattutto quando non mettevo gli occhiali le palle schizzavano qua e là per la stanza, e la pace la trovavano infine solo a terra, dove anch'io mi gettavo subito dopo il tiro di stecca.
    La terra, è la certezzissima.
    Tu dirai: una buca a terra è ancora più certa. Giusto: però solo se sta a terra, non sul tavolo.
    E' un'idea, però, questa delle buche a terra. Avevo raddoppiato il numero di buche sul tavolo, non avevo pensato a farne a terra: provvederò, per le prossime giocate. Se vuoi, sei invitata. Se vieni, rivestita di resine fenoliche: è d'obbligo, nelle sale dei bigliardi.
    :-)

    RispondiElimina
  10. eh giààà forse è perchè non ho mai giocato a biliardo che nella mia vita più che incontrare nuova gente mi ci sono andata a schiantare

    RispondiElimina
  11. @rom: sì ti ci vedo al tavolo del bibliardo a sbaragliare gli avversari con frasi ad effetto
    potrei decidere di davcvero di darmi al biliardo, naturalmente dopo essermi rivestita di resine fenoliche :-))

    RispondiElimina
  12. @giardigno: mi butto, all'americana; più che altro perché i birilli manco li vedrei :-))

    RispondiElimina
  13. Quando mi sono cimentata con le "bilie", a momenti le tiravano in testa agli altri giocatori. Voleva dire qualcosa? Comunque i rapporti sono ancora più complicati...
    Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  14. La descrizione rende bene la situazione. In ogni caso si tratta di giramenti di bilie...

    RispondiElimina
  15. credo sia il bello della vita; un semplice sfiorarsi e si cambia direzione e s'incontra un'altra biglia magari (non riuscirò mai a dirlo nell'altro modo!) e nella buca ci si getta insieme. E qui lascio a te tutte le metafore che vuoi!

    RispondiElimina

Non c'è niente di più anonimo di un Anonimo