lunedì 20 aprile 2009

amarezza e sconcerto

Voglio dire la mia marezza per quello che sta succedendo nel blog di Anna e che l'ha costretta ad allontanarsene per un po'. Al momento non se la sente di rispondere a tutti i messaggi di insulti, accuse, offese, derisioni e provocazioni che si accumulano. Lo farà quando ne avrà la forza. Dopo il primo commento, naturalmente anonimo, cui non sono stata capace di non replicare, io non ne ho letti più. Non farò nessun tipo di apprezzamento sulle persone che stanno così inopportunamente intervenendo sul blog di Anna. Voglio solo sottolinearne la mancanza di immaginazione. Senza immaginazione, cioè senza la capacità di pensare dentro di sé il modo di essere e di sentirsi di un'altra persona, non c'è alcuna possibilità di comprensione. Di semplice comprensione umana. Se ne avessero almeno un'oncia penso che tacerebbero, qualunque sia la loro posizione ideologica, politica, culturale. Riconoscerebbero che c'è un luogo e un momento per tutto e che questo non è il momento per parole come le loro.

20 commenti:

  1. non c'è da perdere tempo con queste persone. l'indifferenza è l'unica arma per sconfiggerli. almeno sui blog...

    RispondiElimina
  2. Anna ha fatto un post molto duro ma non ha intenzione di non scrivere più. So che é una combattente e chi è come lei non molla mai.

    Ti abbraccio Marina
    Daniele

    RispondiElimina
  3. PS: bene vedo che il denaro sta arrivando!!!!

    RispondiElimina
  4. mi sa che era inevitabile, la polemica, se tu non ti comporti come vuole la gente comune sei da lapidare, mi viene in mente le critiche alla mamma di alfredino rampi, non piangeva, sembrava fredda??? allora era sicuramente lei che l'aveva buttato nel pozzo, io il giorno prima del funerale di mio marito, sono andata dal parrucchiere, non avrei mai voluto fargli fare brutta figura e ho festeggiato alla grande il compleanno di nostro figlio, tre anni allora, le due date sono vicine, ovviamente le critiche si sono sprecate ma non me ne è mai importato, e sono stata ben felice di partecipare con un piccolo gesto a farle avere un pc, se questo è quello che le serviva per farla stare meglio

    RispondiElimina
  5. oddio a rileggerlo mi sono espressa male, ma mi sono incaponita a leggere tutti quei commenti sul blog di anna e ho la nausea, ovviamente volevo dire che se per anna è importante riuscire a comunicare con un pc non ci vedo niente di male

    RispondiElimina
  6. Nei giorni scorsi volevo scrivere anche io qualcosa a proposito di quello che stava accadendo sul blog di Anna. Purtroppo ho pensato che non avremmo dovuto dare tanto risalto al suo blog, il nostro intento (davvero ingenuo) era che le piovesse addosso un mondo di solidarietà, e invece ora è esposta alle ignominie più vergognose. La semplice comprensione umana non è da tutti. Sono amareggiata con te e con tutti gli amici di Anna.

    RispondiElimina
  7. Marina sei una signora. Io personalmente che la piaga degli anonimi del c..o l'ho avuta sulla mia pelle per motivi molto più futili di quelli di Anna, so che alla fine, sorvolo o meno, ti lasciano un senso di amerezza difficile da controllare. Ricostruire TUTTO IL PAESE perchè l'etica di fondo sta scomparendo, questo volevo intendere qualche giorno fa. Anna adesso ha un pc ma poca energia elettrica da succhiare; il suo blog è intasato dai commenti e dagli abbracci, stiamogli vicini ugualmente.

    RispondiElimina
  8. Ciao Marina e tutti,
    come voi sono già un po' di giorni che mi affaccio sul blog di anna al volo, per cogliere un cenno sulla sua/loro situazione attuale. di scrivere mi sono arresa dopo i primi 3 giorni, perchè non riuscivo a postare e non ci ho più provato. ma più volte mi collego toccata e fuga..
    era prevedibile, già dopo il primo commento del vigliacco anonimo puntuale si è presentato il dèjà vu..
    sono sempre "loro", pronti allo scatto come "avvoltoi". brutta razza.. che orrore!
    stessa amarezza!
    però, in questi casi, nessuna pietà, un moderatore fermo e implacabile è necessario in questo momento, ecchecavolo!!!!
    scusate lo sfogo.
    sono presente e disponibile a dare un ulteriore contributo se necessario.

    p.s. Silvio, non basta l'indifferenza, sono passati alla fase successiva di disturbo che mira ad allontanare e a disperdere i palpiti...e ad "acchiappare l'acchiappabile", se avanza... ;)

    RispondiElimina
  9. Come avrai certamente capito di pc
    me ne intendo pochissimo ma è possibile che questi ignobili individui non si riesce ad identificarli?
    E poi perchè? A quale scopo? Debbo presumere che se AnnaMisKappa smettesse sarebbe questo lo scopo?
    La mia totale solidarietà va a lei ed a tutti i blogger amici che la sostengono, me compreso.

    RispondiElimina
  10. monticiano, l'obiettivo e dissolvere il "Coaugulo"..!!


    p.s. ho letto solo ora il post di Anna.. :'(

    RispondiElimina
  11. Condivido l'amarezza e lo sconcerto. Come ho scritto anche ad Anna, nessuna pietà verso chi viene in casa tua a sporcare con insulti: i commenti vanno filtrati e/o cancellati.
    Certo la gente non ha proprio un cazzo da fare!

    RispondiElimina
  12. Da non credere che possano esistere così tanti sciacalli, e così inferociti. Da vomito. Anna almeno mi ha insegnato a combattere mettendoci il nome e la faccia.

    RispondiElimina
  13. Ciao Marina, ti confesso che mi sono sentita male leggendo i commenti incivili e disumani lasciati sul blog di Anna.
    Mi sono chiesta come sia possibile che esistano persone così ciniche,le quali non si fermano neanche di fronte ad una sofferenza così grande.
    Ma chi sono questi, i giustizieri della notte? Ma vaf...
    Anna ha bisogno di ben altro!

    RispondiElimina
  14. Sono triste pure io.
    Mi ha fatto molto male.
    Scusami non riesco a dire altro.

    RispondiElimina
  15. Non si può fare niente? Non la aiuta molto adesso leggere quella roba. La aiuterebbe invece poter scrivere e così sentirsi utile alla sua terra (e a noi).

    RispondiElimina
  16. Si qualcuno potrebbe, amministrare il suo blog, eliminare la pubblicazione dei commenti senza autorizzazione e buttare tutte le boiate. La democrazia, imho, non significa che io lascio entrare a casa mia chiunque voglia insultarmi ...

    Insomma un po' di realismo, mica ogni luogo reale o virtuale che sia puo' o deve diventare un forum aperto ...

    RispondiElimina
  17. Bisogna imparare a fregarsene.
    Non ti curar di lor ma guarda e passa...

    RispondiElimina
  18. Grazie Marina per il tempo e le energie che stai dedicando a questa fase "burocratica" della solidarietà che vuol anche essere trasparente.

    Un forte e solidario abbraccio
    Stefi

    RispondiElimina
  19. leggo qui da te con sconcerto ma neppure poi tanto, perchè so che nei blog girano anche gli sciacalli, e che sciacalli,che Anna ha avuto dei problemi seri con chi vive di cattiveria e non ha nulla da fare
    io ho provato o scorso anno ad agosto ad essere presa di mira da alcuni sgradevoli individui
    ho messo per un mese i commenti bloccati e poi ho cancellato i cafoni maleducati
    Anna dovrebbe fare così
    i commenti liberi sono libertà per tutti, ma gli idioti ed i pazzi devono essere proprio eliminati !!!!!
    PS: io ho qui delle posate e delle pentole ed altre cosette nuove, chee non abbiamo mai usato
    Chissà se ad Anna o ad altri possono servire in futuro , quando verranno dati i prefabbricati ai terremotati????
    se ti capita di sentire Anna , chiediglielo
    Se servono, glieli mando ...
    io non riesco a postare da Anna, non so perchè...
    un caro saluto erica

    RispondiElimina

Non c'è niente di più anonimo di un Anonimo