domenica 28 dicembre 2008

politicamente corretto?

Questa scritta l'ho fotografata ieri mattina. E' una scritta recente. Si trova sul muro esterno della Basilica di San Clemente a Roma, accanto al portale di ingresso. Ricordo che una volta sui muri della città si usava la parola "frocio" come insulto, ma nessuno scriveva di volerli mettere a morte. Ora usano il termine inglese "gay", linguisticamente rispettoso, ma invocano, immagino, o il linciaggio o il boia. Forse era meglio "frocio".

17 commenti:

  1. Certi stronzi ci tengono ad avere una certa immagine...

    RispondiElimina
  2. Il clima è cambiato.
    Adesso, come dici tu, va il "politicamente corretto" nell'uso dei termini, ma nella sostanza...

    RispondiElimina
  3. acuta osservazione, marì.
    la lingua è sempre rivelatrice.
    manco i fascisti sono più quelli di una volta, come la servitù, tié!

    ma fanno schifo sempre.
    francesca

    RispondiElimina
  4. mi prudono le mani....

    che ignoranza profonda...

    RispondiElimina
  5. che ortıcarıa che mı fa venıre certa gente... dıo....

    RispondiElimina
  6. Mi viene in mente una battuta del film di Ozpetek "Saturno contro". L'ingenua parrucchiera chiede all'attempato omosessuale "anche lei è gay?" e lui, imperturbabile "no no, io sono all'antica, io sono frocio".
    Cambiano le parole, purtroppo la forma di razzismo è la stessa. Oggi è anche violenta.
    Ricordo, quando ero fanciulla, le scritte sui muri: FROCIO CHI LEGGE.
    Oggi la musica è cambiata....

    RispondiElimina
  7. Prima c'era il disprezzo e quindi si insultava ora c'è odio totale quindi li si chiama gay ma li si vuole morti sul serio...

    Ciao
    Daniele

    RispondiElimina
  8. Io invece ho fotografato una bella falce e martello rossa sul muro del mio lungolago. Mio, è di tutti...

    RispondiElimina
  9. L'ignoranza e la stupidità è ovunque.
    Auguri in ritardissimo ma sempre auguri.
    Un caro saluto
    Roberto

    RispondiElimina
  10. dire "gay" è molto moderno, e moderno è invocarne la morte...C'è ancora una parte della società per la quale il linguaggo si evolve ma la mente regredisce!La fotografia dà un'immagine efficace della stupidità umana!

    RispondiElimina
  11. Visto il commento che mi segue non vorrei innescare un dibattito sugli opposti estremismi, che non mi piace, anzi, trovo sempre sbagliato. La falce e martello non deturpa, è fatta su di un muro dedicato ad altri graffiti, nomi di innamorate/i e disegni colorati. Segni e sogni di speranza di giovani. Esistono anche questi...

    RispondiElimina
  12. grazie Roberto! auguri anche a te!

    RispondiElimina
  13. Il Vaticano, che, recentemente, in sede ONU si è opposto alla depenalizzazione dell'omosessualità nei paesi in cui chi è omosessuale è passibile di pena di morte, o imprigionamento, permette che quanto contenuto nella scritta continui ad essere attuato....

    RispondiElimina
  14. tho! molto ingenuamente credevo che "celoduristi" & co. si limitassero a volerli filantropicamente "curare" i gay, sebbene a base di "cristoterapia" e altre amenità...

    Una clava! daaatemi una clava!

    P.S.: bellissima la citazione di Anna dal "Saturno contro"

    RispondiElimina
  15. C'è troppa ignoranza e troppa intolleranza, troppo disprezzo, troppo odio, troppo di sbagliato e troppo poco di giusto.E in posti troppo "alti", per sperare che chi dovrebbe porre rimedio lo faccia.
    Un abbraccio.
    P.S.Ci sarebbe tanto bisogno di amore...e si va a sindacare tra chi è giusto e tra chi è sbagliato. Augurando pure la morte...o avallandola. Che peccato! (nel senso anche religioso, del termine).

    RispondiElimina
  16. beh1 la scritta è in carattere col luogo dove è stata scritta, direi che è in pieno accordo col pensiero vaticano!

    RispondiElimina
  17. E' lo specchio becero della destra di oggi. Con l'analisi non è difficile arrivare al succo di questa società della comunicazione, ma è un succo spesso amaro.

    RispondiElimina

Non c'è niente di più anonimo di un Anonimo