martedì 17 giugno 2008

necessità


Dall'epistolario di Rainer Maria Rilke:

"Morirebbe, se le fosse negato di scrivere? Ma soprattutto si domandi, nell'ora più quieta della sua notte: devo scrivere? Scavi dentro di sé alla ricerca di una profonda risposta. E se sarà di assenso, allora costruisca la sua vita secondo questa necessità."
Questo rispose Rainer Maria Rilke nel 1903 ad un giovane poeta che gli chiedeva consiglio.

Come avrei voluto incontrare un Rilke sulla mia strada quando avevo vent'anni!
Infatti, a quel giovane aspirante poeta, Rilke non ha chiesto credenziali o meriti, né si è messo a misurare il suo talento. Ha parlato solo di necessità.

Ai giovani che sentono lo speciale bisogno di scrivere, di poetare, di comporre, di dipingere, di plasmare e via così, vorrei dire come Rilke: costruite la vostra vita secondo questa necessità.
Riassemblare poi, diversamente, le strutture della nostra vita è, per i più, impossibile.

3 commenti:

  1. Splendido... Rilke testimonia di una necessità che è condanna ma che, nel suo esercizio, diventa vocazione e libertà.
    Grazie, Marina, ho iniziato la giornata nel migliore dei modi...
    V

    RispondiElimina
  2. Seguire le proprie passioni e inclinazioni: mi pare un ottimo consiglio...

    RispondiElimina
  3. Giusto, ma non e' affatto facile.

    RispondiElimina

Non c'è niente di più anonimo di un Anonimo