giovedì 20 dicembre 2007

ancora morte alla ThyssenKrupp

Il Presidente degli industriali bresciani, Franco Tamburini, a proposito delle morti sul lavoro in Italia parla di “strumentalizzazione e di attacco forte e mirato diretto contro il mondo delle imprese”.

Questi operai che si danno fuoco e poi muoiono sono dei veri provocatori!

Ci si augura che il mondo delle imprese sappia rispondere all’ennesima provocazione: la morte, avvenuta ieri, di Rosario Rodinò, la sesta vittima dell’incendio alla ThyssenKrupp, anni 22, deceduto dopo tredici giorni di agonia.

3 commenti:

  1. Quanta rabbia Marina, quanta rabbia che provo.

    RispondiElimina
  2. Che arroganza... Anch'io provo tanta rabbia, Giulia

    RispondiElimina
  3. Terribile e incomprensibile. NOn ho altre parole!

    RispondiElimina

Non c'è niente di più anonimo di un Anonimo