lunedì 5 novembre 2007

ciao, barone



Oggi è morto, a 85 anni, Nils Liedholm. Aveva classe, eleganza, ironia. Per noi romanisti è l’allenatore dello scudetto del 1982/3. Per tutti gli appassionati di calcio è uno dei grandi giocatori di sempre.
Permettetemi di salutarlo così, con una poesia di Fernando Acitelli.

5 commenti:

  1. donnanonmoderna5 novembre 2007 22:30

    Ciao sono contenta che sei passata da me, dobbiamo farci coraggio a vicenda e continuare per questa strada, non fermiamoci...ero così presa dalle notizie su Biagi che non sapevo che fosse morto Liedholm...ciao a presto...Carmela...

    RispondiElimina
  2. Da non tifoso mi è sinceramente dispiaciuto, di Liedholm ricordo l'eleganza e la classe, l'educazione ed il talento. Ma che esistessero anche delle poesie a lui dedicate solo tu potevi farcelo sapere!

    RispondiElimina
  3. Un grande allenatore, prima anche calciatore, ma soprattutto un grande uomo dentro e fuori dal campo.

    Mi mancherai Barone.

    RispondiElimina
  4. Penso che il Barone sia caro a tutti, perché era proprio speciale

    ciaomarina

    RispondiElimina
  5. uanto mi è dispiaciuto per lui e per Biagi. Hai l'impressione che, quando muiono loro, non è chi li rimpiazzi. Giulia

    RispondiElimina

Non c'è niente di più anonimo di un Anonimo